Profugo stupra 3 ragazzine italiane, Polizia teme altri stupri

Condividi!

Sempre più drammatici gli effetti dell’accoglienza. E’ salito a tre il numero delle vittime del richiedente asilo arrestato mercoledì dai carabinieri di e, fino ad allora, ospite in un hotel a Montegalda, in provincia di Padova.

Dopo i primi due stupri del quale è accusato, la foto di Yaya Krubally (o Ibrahim Sidi Beh o Karl Marx, come si era presentato), 22enne africano dalla nazionalità ancora incerta, è stata riconosciuta da una 15enne dell’hinterland padovano che ha denunciato il suo aggressore ai carabinieri.

Il profugo era stato arrestato dopo la denuncia di una 17enne che aveva raccontato ai militari della tentata violenza, avvenuta il 30 luglio.

Dopo la pubblicazione della foto sui giornali, anche una ragazza vicentina di 19 anni ha riconosciuto l’africano e ha presentato denuncia. Ora, la denuncia di una ragazzina appena 15enne.

Ma gli inquirenti temono che il numero delle vittime possa essere molto più alto, e le indagini proseguono. Il modus operandi dell’uomo è sempre lo stesso, non si fa nessuno scrupolo ad aggredire le ragazzi di giorno e all’aperto.

Ecco chi andate a prendere in Libia, marinaretti. Siete complici di spacciatori e stupratori.




Un pensiero su “Profugo stupra 3 ragazzine italiane, Polizia teme altri stupri”

  1. Pingback: Anonimo

Lascia un commento