AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Ferrara ha buco da 2 milioni, ma spende 1,5 milioni per profughi in hotel

Vox
Condividi!

Il bando dell’Asp per l’accoglienza di 400 immigrati a Ferrara è un vero e proprio scandalo

E il capogruppo in Regione della Lega, Alan Fabbri, ha annunciato un esposto all’Autorità nazionale anti-corruzione (Anac) contro la gara indetta dall’Azienda pubblica servizi alla persona (Asp).

«Si tratta – annuncia la Lega Nord – di un bando da oltre 1,5 milioni per dare vitto e alloggio a 400 immigrati fino alla fine dell’anno. E se si andrà avanti su questa strada valuteremo anche l’ipotesi ricorso».

Vox

«La gara in lotto unico – dice Fabbri in una dichiarazione ripresa dall’agenzia Ansa – è già stata al centro di contestazioni dell’Anac, così è accaduto, ad esempio, per il maxibando dello scandalo al Cara di Mineo (per il quale è indagato anche il sottosegretario Castiglione). Per giunta, nel caso del bando di Ferrara, è inserita anche la possibilità di rinnovo per ulteriori due periodi di pari durata (5 mesi) rispetto a quelli previsti dal bando».

Secondo Fabbri, «quel bando è un favore agli appetiti delle coop dell’accoglienza» e l’inchiesta romana mafia, commenta, da questo punto di vista «non ha insegnato proprio niente». Finisce sotto tiro anche «la credibilità di Asp, ente appaltante, minata da un buco di 2 milioni di euro contratto dall’azienda negli ultimi anni, emerso all’improvviso. In ogni caso, continuiamo a ritenere folle che si continui a dare vitto e alloggio a centinaia di clandestini in una terra terremotata, dove migliaia di persone sono ancora fuori casa – prosegue elencando le motivazioni politiche dell’iniziativa leghista, Alan Fabbri – Questo è un tradimento a danno della nostra gente. L’accoglienza si conferma un favore alle solite coop, che lucrano sulla pelle degli immigrati e che beneficiano delle politiche di invasione del Pd».