Profughi esigono aria condizionata: “Troppe zanzare, ora basta!”

Condividi!

BRESSO – Nuova bizzarra protesta tra gli immigrati ospiti a spese nostre del Centro di Accoglienza della Croce Rossa di via Clerici a Bresso. Un campeggio di lusso.

Dopo le violenze dell’8 giugno scorso, ieri pomeriggio c’è stata una nuova contestazione.

I clandestini sono usciti dai loro alloggi e si sono diretti con fare minaccioso verso gli uffici della direzione, gestita dalla Croce Rossa Provinciale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si lamentano per la “scarsa qualità del soggiorno”.

Troppe zanzare nelle tende e acqua troppo calda: vogliono l’aria condizionata in ogni tenda.

Quasi un centinaio, i sedicenti profughi che hanno preso parte alla protesta che si è interamente svolta nel campo di via Clerici, dentro la ex caserma che si trova tra il Parco Nord e l’aeroporto di Bresso.

Sono stati subito bloccati da carabinieri e polizia prima che invadessero le strade adiacenti.

Gli immigrati minacciano di estendere la protesta se i loro ‘diritti umani’ non verranno rispettati: via le zanzare ‘rassiste’.

Nelle ultime settimane si sta provvedendo al montaggio dell’aria condizionata in ogni tenda, ma loro hanno fretta. Camping di lusso.

L’aria condizionata è un ‘diritto umano’. A spese degli italiani. Molti dei quali non possono permettersela.