‘Matrimoni’ Gay: l’America profonda è in rivolta, giudici disobbediscono

Condividi!

ALABAMA – Anche lo Stato dell’Alabama resiste all’imposizione gay.

Le ‘coppie’ gay possono protestare e anche citare in giudizio – ma questo non cambierà la decisione del Giudice Wes Allen: lui non rilascerà licenze di matrimonio per gay, nonostante la sentenza della Corte Suprema che definisce il matrimonio per i gay un diritto costituzionale. Idea bizzarra.

Allen è giudice di Pike County, una contea nel sud dell’Alabama con una popolazione di circa 33.000 persone. Non è solo.

Sono centinaia i funzionari pubblici in tutta l’America profonda – quella vera – lungo la cosiddetta Bible Belt, che hanno deciso di non rispettare la decisione di 5 giudici della Corte Suprema.

Per farlo, Allen e altri giudici usano una sezione del Codice Civile dell’Alabama 30-1-9, che dice che le licenze di matrimonio “possono” da loro rilasciate – non che ‘devono’ essere rilasciate.

Di conseguenza, Allen dice, “non siamo in violazione di nessun ordine della Corte Suprema. … Stiamo solo nonemettendo licenze di matrimonio.”

Per Allen, e la maggioranza degli americani, il matrimonio “è tra un uomo e una donna.”

In Kentucky, Rowan County, fa lo stesso Kim Davis, ad una ‘coppia’ lesbica che richiedeva una licenza ha detto di “provare in un’altra contea”.

“E’ una convinzione radicata, la mia coscienza non mi permette di concedere licenze per matrimoni gay”, Davis ha dichiarato all’Associated Press. “Va contro tutto ciò che ho di più caro, di sacro nella mia vita.”

Molti giudici e cancellieri in Texas hanno fatto lo stesso, ordinando ai loro uffici, in nome della libertà religiosa e la libertà di parola di non rilasciare licenze di matrimonio ai gay.

Casey Davis, l’impiegato di Casey County, Kentucky, dice che non si dimetterà e che preferisce andare in prigione piuttosto che rilasciare una licenza di matrimonio a una coppia dello stesso sesso.

In Mississippi, Texas e Louisiana, sono gli stessi governatori a guidare la rivolta.

E la gente è con loro. Senza bandierine arcobaleno.




Un pensiero su “‘Matrimoni’ Gay: l’America profonda è in rivolta, giudici disobbediscono”

Lascia un commento