Vescovo: “Democrazia mette a rischio diritti immigrati”



Il vescovo che fa business con l’immigrazione se la prende con la democrazia, per lui le elezioni mettono a rischio i clandestini, perché i cittadini possono scegliere di non votare chi permette l’invasione.

“Le pressioni mediatiche e politiche sull’emergenza sbarchi, complici le elezioni regionali prossime, rischiano di indebolire il diritto alla protezione internazionale per molte persone che, sbarcando in italia, chiedono aiuto all’Europa”.

E’ l’appello contro la democrazia che lancia monsignor Gian Carlo Perego, noto direttore di Migrantes, la fondazione della Cei che con immigrati, profughi e rifugiati fa un business molto lucroso.



Lascia un commento