Renzi: aerei di Stato per portarsi fotografo e cameriere in montagna



Matteo Renzi per il suo tour di comizi di Trentino Alto Adige in vista del voto per le regionali ha usato due voli di Stato. A spese nostre: “Due aerei, uno per lui e i deputati e uno per il suo staff, pagati con i soldi pubblici – scrive il M5S – per una visita dai chiari scopi politici”. “Per il suo tour di propaganda ha utilizzato ancora una volta elicotteri e aerei di Stato”, denuncia su Facebook il deputato Riccardo Fraccaro.

In Trentino il premier non eletto ha usato ben due aerei: “Uno per sè e l’altro per il suo staff tra cui 5 cameraman, 1 fotografo, due tuttofare e il capo del cerimoniale di Palazzo Chigi”.

“Renzi continua a gettare i soldi dei contribuenti dal finestrino. Naturalmente è stato messo a disposizione anche l’immancabile Renzicottero per il trasferimento tra un punto e l’altro della campagna elettorale. Inoltre, per la cerimonia di accoglienza del capo Pd, si è dovuto utilizzare un aereo dei Carabinieri con cinque alti ufficiali. Un’intera flotta aerea al seguito di Renzi per i tre comizi previsti a Trento e Bolzano, più le visite istituzionali tra questi appuntamenti. Sembra House of Cards, ma in realtà è House of Casta”.


Lascia un commento