Usa: vacilla la società multirazziale



Peggiorano, nella percezione della popolazione Usa, le relazioni tra bianchi e neri. In un sondaggio Cbs/NY Times, il 61% degli americani (62% tra i bianchi e 65% tra i neri) le definisce cattive.

Dati omogenei anche per il futuro: peggioreranno (46% bianchi e 41% neri).

E’ nella percezione della fiducia verso la polizia che bianchi e neri si allontanano: più sicurezza grazie alla polizia per l’81% dei bianchi e per il 51% dei neri.
“Piuttosto preoccupato” di un’interazione con gli agenti il 16% dei bianchi e il 42% dei neri.

Ovvio, i delinquenti temono i poliziotti, le vittime no. E gli ‘afro’ non sono peresguitati dai poliziotti, semplicemente ci sono troppi delinquenti tra le loro fila, come dimostrano i dati sulla popolazione carceraria americana. A meno di non voler dare colpa al ‘razzismo’, quando hanno un presidente nero come loro.

L’unico motivo per il quale negli Usa non è ancora scoppiato un evento di tipo Yugoslavo, è la segregazione di fatto delle razze: si può vivere in molte città americane senza mai interagire con un nero. O un bianco se sei nero. Cosa impossibile in un territorio limitato come quello europeo, ma i nostri politici non lo comprendono.



Lascia un commento