Reggia di Caserta chiusa per ‘troppi profughi’ – FOTO

Una vergogna. Un’offesa al nostro patrimonio culturale. È rimasto chiuso per circa un’ora questa mattina, l’ingresso della Reggia di Caserta: per troppi ‘profughi’.

La massiccia presenza di venditori abusivi all’interno del monumento rendeva impossibile l’ingresso dei turisti: assurdo. Osceno. E’ l’effetto di quello che accade sulle coste libiche: quando li raccatti e li vomiti in Italia, da qualche parte finiscono, non scompaiono. E portano degrado.

caserta

La decisione è stata presa dal funzionario alla valorizzazione e al personale di vigilanza della Reggia Vincenzo Mazzarella, il quale ha riaperto i varchi solo dopo l’arrivo dei carabinieri. All’arrivo dei militari gli abusivi si sono allontanati.

«È servita – ha spiegato il funzionario della sovrintendenza speciale – a far arrivare le forze dell’ordine. Stamattina, la situazione era insostenibile con oltre quaranta venditori abusivi che cercavano di vendere la merce ai turisti, anche alle scolaresche formate da bambini delle elementari e delle medie, molti dei quali hanno avuto paura. Il problema si ripresenta quasi tutti i giorni ma negli ultimi tempi il fenomeno degli abusivi ha assunto proporzioni preoccupanti».

Effetto Al Fano – Renzi.

Il 10 aprile scorso fu il sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, in visita alla Reggia, a toccare con mano il problema degli abusivi. «La Reggia non deve essere un suk» disse passando tra ali di africani molesti. Disse. Ma non fece.



Lascia un commento