‘Profughi’ con la Scabbia in Friuli: sistemati in hotel



PORDENONE – Venerdì sono stati portati a Pordenone 29 africani, con l’aereo privato da Catania, terzo arrivo di immigrati raccattati dopo il primo contingente di coloni (47 africani) trasferito dalla Calabria il 15 aprile e dopo il secondo gruppo di 50 sudanesi arrivato il 23 aprile. Tutti uomini, tutti africani. E malati.

Infatti, tra gli africani portati nell’albergo Monte Raut a Frisanco sono risultati casi di scabbia.

“Non si tratta di una situazione di pericolo dal punto di vista sanitario – ha ovviamente detto ieri il viceprefetto Alessandra Vinciguerra”. Non chiedere all’oste del vino.

Intanto si profilano nuovi trasferimenti verso il Friuli: “Ci è stato comunicato che in vista del miglioramento delle condizioni atmosferiche nel Sud Italia si teme una nuova ondata di profughi – ha spiegato il viceprefetto –. Quindi siamo in preallerta perchè potrebbero essere necessari già nei prossimi giorni dei trasferimenti anche nel nostro territorio”.

Nemmeno pensano a bloccarli. Guardano solo il meteo. Oggi: 2.400 clandestini raccattati.


Lascia un commento