Bolzano: assessore e questore vogliono mettere ‘profughi’ in stazione



BOLZANO – La Provincia vuole che le Ferrovie ospitino nei locali all’interno della stazione alcune centinaia di sedicenti profughi.

La giornata di ieri è iniziata con un sopralluogo dell’assessore provinciale per rendersi conto di persona della situazione e parlare con i volontari a pagamento che si occupano dell’assistenza ai ckabdestubu. Al termine del quale parte la richiesta alle Ferrovie di poter utilizzare i locali.

Nel pomeriggio è arrivato il no della direzione centrale delle Fs.

«Ci hanno spiegato che ci sono ragioni di sicurezza dopo che, sabato mattina, è stato rinvenuto un ordigno nel locomotore del Freccia Argento che avrebbe dovuto partire per Roma».

Non ‘un ordigno’, ma diverse molotov, piazzate proprio dai ‘favorevoli alla accoglienza’, forse qualche ‘volontario’.

L’assessore non ha intenzione di mollare e ha trovato l’appoggio del cosiddetto ‘questore’, tal Lucio Carluccio. Che, evidentemente, se ne frega della sicurezza dei viaggiatori.


Lascia un commento