Estremisti Islamici segnalano Vox: e Facebook ci censura (ANCORA)



L’11 APRILE ABBIAMO PUBBLICATO QUESTO ARTICOLO:

 

Facebook, nella sua foga censoria, ne combina un’altra. Dopo avere sospeso diversi profili a causa del ‘terribile’ utilizzo del termine ‘zingaro’, stavolta corre in soccorso degli estremisti islamici.

Sembra che il social network abbia messo un ‘filtro’ alle notizie di Vox, dopo la pubblicazione di notizie ‘sgradite’. I simpatizzanti di ISIS hanno segnalato queste notizie come ‘SPAM’, e Facebook, invece di controllare, non ha fatto altro che inserire il filtro applicato allo spam pubblicitario:

facebookcensura

E’ evidente che non è questo il caso, ma tutto fa brodo per eliminare o almeno ‘disturbare’ qualche voce non allineata. Perché molti, alla vista dell’avviso, non capendo, tornano indietro e non leggono la notizia.

Lo stesso è avvenuto un’ora fa.

Quindi, quando vi appare per gli articoli precedenti (da ora i nuovi articoli aggirano la censura con un piccolo trucco) potete tranquillamente cliccare su SEGUI LINK.

E’ solo un modo meschino (il lettore teme di avere cliccato un link con un virus) di censurare senza farlo totalmente.



2 pensieri su “Estremisti Islamici segnalano Vox: e Facebook ci censura (ANCORA)”

  1. A me sembra che pure Google censuri Voxnews. Ho notato che da un po’ di tempo, digitando sul motore di ricerca la parola “voxnews”, il sito non viene indicizzato, ma solo la sua pagina Facebook.

Lascia un commento