M5S su stadio Milan: “A chi conviene?”



La visione dall'alto dello stadio del Milan, al Portello.

“Nel dibattito sullo stadio del Milan al Portello, al di là del tifo, manca del tutto una valutazione concreta sull’interesse della collettività. La zona del Portello è densamente popolata e vanno ascoltate le ragioni dei residenti: non dobbiamo perdere di vista i problemi reali di logistica, accessibilità, traffico, ordine pubblico e inquinamento acustico. Per il nuovo stadio del Milan andrebbe designata un’area che garantisca la sicurezza dei cittadini, e Milano è ricca di zone in disuso pronte per le bonifiche e la riqualificazione, e Fondazione Fiera deve spiegare, dati alla mano, la ricaduta dell’investimento per tutta la collettività e non solo per i diretti interessati nella compravendita. Auspichiamo che l’ente agisca nell’interesse dei cittadini e non sotto la pressione della politica e dei suoi interessi dato i cognomi dei “player” coinvolti. Non vorremmo fosse una scelta volta ad aumentare il valore di una società sportiva prossima alla vendita.”, così Stefano Buffagni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle della Lombardia.

In effetti, le società di calcio stanno ormai trasformandosi in società immobiliari: con la scusa dello ‘stadio di proprietà’ si fanno hotel, ristoranti e appartamenti.

 



Lascia un commento