Norvegia: Islamico uccide a coltellate compagno di scuola



Un islamico di 19 anni ha accoltellato un compagno di studi a morte. E’ avvenuto mercoledì scorso, nel silenzio dei media di distrazione di massa europei. E’ il secondo caso in pochi giorni, in Europa, nel quale un ‘ospite’ uccide un giovane autoctono.

Eppure, la notizia sarebbe dirompente: il ragazzo, integrato, era un immigrato islamico di seconda generazione simpatizzante di ISIS, ed era pronto a partire per unirsi ai fanatici islamici. Ma non li lasciano partire, così uccidono in Europa.

Mandal, città turistica della Norvegia occidentale, spari nella notte – I poliziotti, chiamati da alcuni residenti, sono arrivati ​​tardi e hanno trovato il 19enne Joakim Ophaug Røkslan pugnalato a morte.

“Anche colpi sono stati sparati, ma l’arma era caricata a salve”, ha detto Terje Skaar, che sta conducendo le indagini della polizia. “La causa probabile della morte è l’coltellamento”. Gli islamici amano i coltelli.

L’islamico è poi fuggito e ha rapinato un ristorante. Indossava un’uniforme stile militare e un giubbotto antiproiettile quando la polizia lo ha arrestato poco dopo. I due giovani erano studenti della High School di Mandal.

L’uomo, che ha confessato di aver ucciso il suo ‘amico’, aveva interesse in uniformi militari e armi. Diverse auto sono state distrutte nel parcheggio davanti alla sua abitazione, e un fucile AK-47 è stato trovato nei pressi dell’abitazione. La polizia aveva contattato l’uomo in una precedente occasione a causa di sospetti in materia di terrorismo.


Lascia un commento