La denuncia: “Ucraini crocifiggono e bruciano vivo russo” – VIDEO CHOC

Gli hacker filorussi di CyberBerkut hanno diffuso un video che mostrerebbe combattenti ucraini del battaglione “Azov” crocifiggere e bruciare vivo un uomo. Sarebbe accaduto nei pressi del villaggio di Shirokino. Nel video si minaccia di fare lo stesso a tutti i civili filorussi. Gli attivisti ucraini smentiscono.

E’ molto difficile avere la certezza sull’identità dei protagonisti del video. Per gli attivisti ucraini si tratta di un elaborato falso.

Al momento il giudizio è sospeso. Vox non ha la possibilità di confermarla o meno. La notizia era comunque troppo dirompente perché non la pubblicassimo anche con tutti gli avvisi del caso e le due versioni.

Se fosse confermato, sarebbe un salto verso la barbarie nel cuore dell’Europa.

AGGIORNAMENTO

Il giorno dopo la diffusione, le due parti in causa continuano, l’una, gli attivisti ucraini, a definire il video un falso; l’altra, i filorussi, a denunciarne la barbarie.



Lascia un commento