Anche un benestante calciatore sul barcone naufragato



A proposito di ‘disperati’, come raccontano ormai da giorni, mesi e anni i media di distrazione di massa

Si, proprio disperati. Certo non tanto a giudicare dalle cifre pagate, almeno 6.000 euro. E a giudicare dalla notizia di un giovane calciatore gambiano di 21 anni che cercava fortuna in Europa.
Altro che ‘poveri in fuga da guerre e persecuzioni’: semmai benestanti in cerca di fortuna.

gambiano

Baboucarr Ceesay, calciatore del Gambia, è infatti uno dei dispersi del ‘famoso naufragio’, del quale, in realtà, non si è visto alcun cadavere. E’ morto nel tentativo di ‘disperato’ di cercare fortuna come calciatore nel Regno Unito.

Baboucarr giocava nella prima divisione locale e conduceva una vita da benestante, per i parametri locali. Altrimenti non avrebbe avuto (lui ma anche gli altri) tutti i soldi necessari per mettersi in viaggio.

Ovviamente erano a conoscenza del suo viaggio i familiari, e anche una zia in Gran Bretagna.

Ripetiamo: non vittime, invasori sfortunati.

Ma tranquilli, i media ci spiegheranno che giocare in seria A o Premier è un ‘diritto umano’.

Ehi, marinaretti, diteci ‘che si sente’, a fare da tassisti a giovani calciatori africani in cerca di fortuna?


Lascia un commento