Chiamparino: “Prenderemo in Piemonte i profughi”

Dopo il rifiuto di Veneto e Lombardia, guidate dalla Lega, arriva il soccorso della regione a guida PD: “Dopo l’incontro con il ministro Alfano ci siamo impegnati a fare fronte a una situazione che sta diventando una vera e propria emergenza umanitaria, con l’obiettivo di non lasciare le regioni rivierasche del Sud ad affrontare da sole questo fenomeno. Una risposta che è e deve essere corale e che presuppone una reale collaborazione tra Stato, Regioni ed enti locali”. Così il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino sull’emergenza immigrati.

NOSIGLIA

Intanto, sono già un centinaio i clandestini africani arrivati ieri a Settimo Torinese al centro Fenoglio, gestito dalla ormai famigerata Croce Rossa Italiana. I due pulmann, provenienti da Siracusa sono arrivati alle 13,40. Dopo una sommaria visita medica i sedicenti profughi provenienti da Paesi dove non c’è alcuna guerra, sono stati dirottati verso la loro destinazione a Torino, in Canavese, a Carignano per un totale di 68 persone. Mentre 10 andranno a Biella e 22 a Vercelli.

l’arcivescovo di Torino Nosiglia annusa il business: “Noi su questo fronte siamo più che impegnati e continuiamo ad esserlo. A noi interessano le persone non le questioni politiche”. A voi interessano gli euri e i ‘ragazzoni’.


Lascia un commento