Sindaco vieta sosta agli zingari: Governo gli manda i carabinieri

Guai a toccare i cocchi dei magistrati: zingari e clandestini. Il Sindaco del primo Comune ‘de-nomadizzato’ (STORIA QUI) è stato convocato d’urgenza dai galoppini di Al Fano in prefettura e i cartelli rimossi.

Già ieri, i carabinieri erano stati inviati a rimuovere i cartelli, oggi è stato convocato dal prefetto e “l’ordinanza è stata sospesa e dovrà essere riscritta”.

Anche la Procura ha aperto un fascicolo per il demenziale ‘reato’ di ‘discriminazione razziale’. Ma che solerzia da parte dei solitamente mosci ‘servitori dello Stato’. Uno Stato di ladri, sia ben chiaro.

Formaggio aveva vietato con un’ordinanza la sosta ai nomadi su tutto il territorio del comune “anche per motivi igienico-sanitari”.

Gli stessi Prefetti e gli stessi magistrati non muovono una foglia per sgomberare i campi nomadi abusivi. Quelli si, in violazione della legge. Poi non lamentatevi che se la gente ‘impazzisce’.



Lascia un commento