Vietato dire che i Rom sono ‘la feccia della società’



La consigliera di Renzi per le Pari opportunità, tal Giovanna Martelli, e altri 59 deputati nullafacenti del PD, tra una gita a Ischia e una telafonata all’ambasciatore albanese, hanno scritto una letterina al presidente del Parlamento europeo, il kapò Martin Schultz.

Per loro, il kapò, in qualità di presidente di quella cloaca chiamata Europarlamento, dovrebbe punire l’eurodeputato leghista Buonanno, reo di ‘reato di opinione’.

Il politico aveva definito gli zingari “feccia della società”. Un giudizio condiviso da 59 milioni di italiani meno 59.

“È un grave episodio di intolleranza nei confronti della minoranza rom”, scrivono i 60 spioni.

Tra i parlamentari Stefano ‘braccino corto’ Fassina e l’estremista islamico Khalid Chaouki.

La letterina chiede di “avviare ogni attività di censura prevista al fine di denunciare la forte dissonanza del messaggio dell’eurodeputato rispetto alle chiare indicazioni europee in tema di integrazione delle minoranze e tutela della comunità rom, sinti e caminanti”. Il riferimento è alla Strategia Nazionale di Inclusione di Rom, Sinti e Caminanti 2012-2020. “Come certamente saprà, l’eurodeputato Gianluca Buonanno non è nuovo ad espressioni xenofobe nei confronti della comunità rom e dei cittadini stranieri residenti nel nostro Paese nonché ad affermazioni e campagne omofobe”.

Ma la domanda è: gli zingari, sono o non sono, la feccia della società?


Lascia un commento