Torino: ‘Nomadi’ e ‘profughi’ occupano altri edifici olimpici

Condividi!

Torino – “Gli zingari che bivaccano nei container sul fianco delle Arcate ex MOI hanno occupato anche la struttura espositiva destinata ad ospitare Università e Politecnico e ieri notte c’è stato anche un incendio delle Arcate che ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco allertati dai cittadini ed esercenti del quartiere” denunciano Domenico di Bella, portavoce del Comitato “Lingotto è Italia”, e Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Comune di Torino, che lanciano un appello “Ormai anche le Arcate sono a un passo dal ridursi come le Palazzine Olimpiche diventate un ghetto di sedicenti profughi: l’Amministrazione Comunale e Parcolimpico cosa aspettano ad intervenire per recuperare la struttura dal degrado prima che l’occupazione abusiva impedisca la valorizzazione universitaria già deliberata dal Consiglio Comunale? Forse che tutta vada letteralmente in cenere con nuovi incendi? Il danno erariale portato da questi balordi incivili è già enorme e qualcuno dovrà risponderne o torneremo in piazza a protestare come già fatto per l’ex Villaggio Olimpico” annunciano Marrone e Di Bella.




Lascia un commento