Ci siamo: domani escono 700 Kabobo dai manicomi criminali

Domani, per volere del Governo chiudono gli OPG, gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Quelli che ospitavano i malati di mente colpevoli di atti criminali: è solidarietà tra simili.

Usciranno 700 individui. Che non andranno in galera, perché ‘pazzi’. Parliamo di persone tipo Kabobo, internati per omicidi, violenze sessuali e aggressioni.

Di questi, solo 450 verranno inseriti in nuove strutture, comunque ‘aperte’, oltre 200 verranno invece ‘liberati’ tra la folla: un dramma per loro, per le loro famiglie e per la società. Altri morti sulla coscienza dei menefreghisti al governo.

Evidentemente non bastava la striscia di sangue lasciata dalla famigerata Legge Basaglia, che ha chiuso i manicomi senza trovare alternative. Da allora, centinaia sono state le tragedie familiari causate da figli abbandonati alle cure amorevoli ma inadeguate delle famiglie: molti di questi casi, figli malati di mente che uccidono le mamme, sono derubricati dalle demenziali statistiche come ‘femminicidio’.

Fa tutto parte di una non-cultura progressista che immagina di risolvere i problemi ignorando la loro esistenza. Il progressista è un individuo sotto anfetamina politica.


Lascia un commento