Padova: il Pd si ‘attacca al Tram’



VOLTABAROZZO – il Partito Democratico padovano ha messo in scena, ieri mattina, una manifestazione piuttosto dimessa, sotto il cavalcavia della tangenziale, al tempo di Zanonato frequentato dalle prostitute.

Lì, al parcheggio Piovese, che secondo la precedente amministrazione doveva diventare il ‘parcheggio scambiatore con la terza linea del tram’. Al presidio meno di cinquanta persone, quasi tutti politici, i deputati Margherita Miotto, Alessandro Naccarato e il senatore Giorgio Santini, i consiglieri regionali Piero Ruzzante e Claudio Sinigaglia, i consiglieri comunali Enrico Beda, Umberto Zampieri e Gianni Berno, inoltre Gianluca Gaudenzio, Paola Lincetto, Fernando Cantarello, Fabio Rocco, il sindaco di Piove di Sacco, Daniele Gianella e il segretario cittadino Antonio Bressa.

Secondo loro, il avrebbe risolto il problema del traffico e portato, a dire il vero non spiegano come, 200 milioni di euro in 8 mesi.

Ma la democrazia è questo, quando ti fai eleggere con punti chiari, e i cittadini ti votano, poi devi metterli in pratica. Bitonci ha mantenuto la promessa del no alla terza linea del tram.



Un pensiero su “Padova: il Pd si ‘attacca al Tram’”

Lascia un commento