Medici senza Frontiere ammette: “90% profughi da carceri libiche”

COSI’, ANCHE GLI ESAGITATI XENOFILI DI ‘MEDICI SENZA FRONTIERE’ DEVONO CEDERE ALLA REALTA’ DEI FATTI

La coordinatrice per la Sicilia (ormai considerata Africa) di Medici Senza Frontiere, Chiara Montaldo, dice: “Sono tutti adulti, in maggioranza uomini, pochissime donne e un solo bambino. Sono tutti subsahariani, tantissimi vengono dalle carceri libiche. L’80-90% ci ha riferito di essere stato in carcere per diversi mesi e hanno malattie tipo scabbia che è sintomo di condizioni igieniche molto precarie”. E ce li portano qui: delinquenti e infetti.


Un pensiero su “Medici senza Frontiere ammette: “90% profughi da carceri libiche””

Lascia un commento