Nasce milizia cristiana in Iraq: “Rivogliamo la nostra terra”



 
I cristiani iracheni hanno finalmente formato una milizia per difendersi da ISIS ( e dai Curdi) e riprendersi quella che è la loro terra nella Piana di Ninive. Secondo il quotidiano Catholic Herald, che ha sede nel Regno Unito, i cristiani assiri (popolazione autoctona dell’Iraq del nord schiavizzata dagli arabi) hanno formato il ‘Ninive Protection Plains Units’ (NPU), che ha circa 500 cristiani assiri di stanza nelle città cristiane della Piana di Ninive. Altri 3.000 uomini cristiani si sono registrati per essere addestrati, mentre 500 sono già addestrati per il combattimento. NPU è stato fondato dal Democratic Movement, il più grande partito politico dell’etnia assira in Iraq.

La scorsa estate, i jihadisti dello Stato islamico hanno conquistato vaste zone del nord dell’Iraq, perseguitando più di 1,8 milioni iracheni non islamici tra cui yazidi e cristiani.
Secondo il Wall Street Journal, la nuova milizia cristiana si addestra in una vecchia base militare degli Stati Uniti al di fuori la città di Kirkuk nel nord-est dell’Iraq. Non è chiaro se la milizia cristiana sarà in grado di ottenere fondi da parte del governo degli Stati Uniti o dalla Ue: sicuramente no, visto che sono cristiani.

Dice il portavoce del movimento: “Gli assiri rivogliono la loro terra e – così come gli Yazidi – inviano un messaggio: ‘Abbiamo intenzione di tornare e non abbiamo intenzione di lasciare i nostri villaggi e città e le nostre culture per essere distrutti. Vogliamo tornare alle nostre case e, non importa quello che abbiamo di fronte, siamo disposti a combattere’. Credo che questo sia un messaggio positivo per l’intera nazione”.


Lascia un commento