Governo: arriva il permesso di soggiorno per ‘terroristi pentiti’ (loro li definiscono ‘informatori’)



SE VI STATE DOMANDANDO SE E’ POSSIBILE, CHIEDETEVI CHI E’ PREMIER E CHI E’ MINISTRO DEGLI INTERNI: TUTTO DIVERRA’ POSSIBILE

Ogni provvedimento è una marchetta per immigrati, trovano ogni scusa. Anche il ‘Permesso di soggiorno per gli informatori degli 007’. 

Insomma, sei complice di un terrorista e ti penti? Se informi gli 007 eccoti il permessino: fa il paio con quello ‘umanitario’ agli spacciatori.

E’- a quanto si apprende – una delle demenziali misure predisposte dal sottosegretario con delega ai servizi Minniti, per il pacchetto antiterrorismo che dovrebbe andare in Consiglio
dei Ministri mercoledì prossimo.

Pensavate ad una ovvia stretta sull’immigrazione? E invece no, arriva la ‘sanatoria per terroristi pentiti’.

Obiettivo, dice il governo più demenziale del mondo: “elevare, in maniera mirata, la capacità degli organismi di sicurezza a fronteggiare” la minaccia terroristica, si legge nel documento di
Minniti.

C’è un modo semplice per eliminare il problema: zero immigrati islamici. Invece, dei 170mila clandestini raccattati dal duo tragicomico Renzi-Al Fano, oltre 100mila sono ‘scomparsi’.

Bene che vada, una marchetta ai clandestini. Male che vada, un nuovo modo per organizzazioni terroriste di depistare, con in cambio anche la sanatoria di propri elementi.



3 pensieri su “Governo: arriva il permesso di soggiorno per ‘terroristi pentiti’ (loro li definiscono ‘informatori’)”

  1. E in che modo si diventa terrorista pentito? Batsa una semplice dichiarazione o prima devo fare un qualcosa che mi etichetti come terrorista e quindi posso ottenere il permesso? O devo filmare un terrorista mentre compie un atto di terrore e poi denunciarlo? Ma qui si tocca il fondo della demenzialità !!!!

Lascia un commento