Rete islamica di Vanessa e Greta prosegue attività pro-clandestini: l’ultimo carico il 19 Gennaio



ECCOLI GIOIRE NELLA FOTO A CATANIA, I ‘PROFUGHI’ ISLAMICI

La rete di favoreggiamento all’immigrazione clandestina della quale faceva parte la proprietaria della trattoria Cascina Bolsa a Verdello, continua ad importare potenziali terroristi siriani in Italia:

Sotto all’ennesimo annuncio di un viaggio organizzato di clandestini verso l’Italia – siamo davanti ad una vera e propria agenzia viaggi per clandestini islamici – ci sono le felicitazioni in arabo perché gli invasori sono sbarcati. A portare l’inferno in Italia.

Tra i commenti che potete trovare, anche quello di tal Marinella Fiaschi, che asserisce di lavorare per ANSA, e sulla cui pagina FB ci si congratula per gli sbarchi e si parla di Islam.
Il che spiegherebbe, in parte, come mai l’Ansa definisca sempre i clandestini ‘profughi’. Con tali impiegati…

L'uomo all'estrema sinistra è Haisam Saqan (Abu Omar)? La tizia che fa la V di vittoria si chiama Nawal Soufi, attivista antisiriana di origine marocchina. Forse tale origine le permette di divinare sempre i carichi di immigrati clandestini che sbarcano in Sicilia, dove lei opera? Digos e servizi segreti italiani, tacciono, acconsentono e proteggono.

 La tizia di cui stiamo parlando, che nella foto fa la V di vittoria, si chiama Nawal Soufi, è la nota attivista antisiriana di origine marocchina descritta da Aurorasito.
E nella foto in basso la vediamo in uno degli ultimi carichi di clandestini, direttamente prelevati  a Catania il 19 Gennaio:

Come vedete, dei ‘profughi’ molto ‘provati’ dal viaggio.

La domanda al presunto ministro deli interni Al Fano: quando è che la rimandi in Marocco?



6 pensieri su “Rete islamica di Vanessa e Greta prosegue attività pro-clandestini: l’ultimo carico il 19 Gennaio”

Lascia un commento