BROGLI ETNICI, a primarie PD: file di cinesi e marocchini a pagamento

Condividi!

PER SERGIO COFFERATI “INQUINANO VOTO”

Sergio Cofferati, candidato governatore alle Primarie del PD in Liguria, denuncia brogli “con il voto organizzato comprato di intere etnie, come quella Cinese a La Spezia e quella Marocchina a Ponente”.

Come a Roma. Poi abbiamo saputo, dopo lo scandalo Mafia Capitale, chi e perché elesse Marino facendo andare immigrati e zingari a votare. Tra qualche mese, accadrà la stessa cosa per la Liguria.

Gli immigrati sono per il PD solo ‘pacchetti di voti da acquistare’. Si chiama voto di scambio: in cambio di cosa? Moschee ai marocchini, e nessun controllo sanitario ai cinesi.

Si fanno i brogli tra loro, non osiamo pensare cosa facciano, quando ci sono le elezioni generali.




Un pensiero su “BROGLI ETNICI, a primarie PD: file di cinesi e marocchini a pagamento”

Lascia un commento