FT: “Charlie Hebdo se l’è cercata”



L’assalto armato contro Charlie Hebdo non sorprende, dal momento che il settimanale satirico francese da tempo deride, stuzzica e punzecchia i musulmani“: lo scrive l’editoriale del Financial Times, firmato da Tony Barber, direttore dell’edizione europea,che che esorta, dice lui, a maggiore buon senso. Che deve essere un sinonimo di ‘sottomissione’. Il giornale che ama ospitare gli interventi di immigrazionisti come Soros e sempre molto amico dei soldi arabi si porta avanti.

Secondo Barber,sarebbe utile alle pubblicazioni che “pretendono di sostenere la libertà quando provocano i musulmani”. La posizione del Financial Times è una vergogna. Tipico di una classe giornalistica venduta al miglior offerente.



Lascia un commento