Invasione: clandestini dei mercantili sono già a Milano



Ce li ricordavamo esultanti mentre stavano per sbarcare dalle navi rimorchiate nei porti pugliesi

siriani

milanostazione

Milano è invasa di clandestini – pardon, ‘profughi’ – appena raccattati dai valorosi scafisti della GC e della MM: ne sono arrivati oltre cinquecento in tre giorni.

Dai porti turchi partono i mercantili carichi di clandestini siriani – tutti islamici – che pagano migliaia di euro ciascuno, e sbarcano tutti ben vestiti e con smartphone di ultima generazione.

“E’ un’organizzazione da tempo oliata”, dice sognante Annamaria Lodi, presidente della cooperativa Farsi Prossimo. Lo conferma Desio De Meo, responsabile di Casa Suraya, che hanno accumulato una lunga esperienza nel parassitare i contribuenti italiani: da dicembre, la gran parte dei sedicenti profughi siriani indica di essere partita dalla Turchia.

E Milano è invasa. Lo snodo è la stazione Centrale di Milano, dove si affollano immigrati e degrado.

Dei 797 vomitati dagli scafisti della MM a Gallipoli, il 31 dicembre, moltissimi sono già a Milano, molti alla Stazione Centrale, da dove poi sono stati dirottati nei cinque centri del Comune, a spese dei contribuenti milanesi.



Lascia un commento