Invasione: arrivano 900 clandestini, Tubercolosi e Malaria a bordo



Si sono svolte quattro diverse azioni di autolesionismo etnico nel canale di Sicilia, dove oltre 900 clandestini sono stati raccattati dagli scafisti pagati a cottimo dal governo.

Gli invasori sono stati trasbordati sulla nave ‘Etna’. Una donna – una nigeriana – si è portata avanti nell’invasione, ha infatti partorito a bordo di una delle navi, trasformatesi ormai in navi di crocerossine petulanti. Dovremo mantenere a circa 200€ al giorno madre e figlia. E’ così che fanno gli africani: si moltiplicano e scaricano i loro figli su di noi. E noi, da autolesionisti etnici, facciamo sacrifici sui nostri, per mantenere i loro.

L’arrivo degli immigrati è previsto in queste ore a Messina e a Pozzallo (400). C’è una vittima, non si sa di cosa. Ci sono anche casi di Tbc e malaria.

Gli italiani pagano le prestazioni sanitarie, ai clandestini le forniscono gratis e a domicilio.



3 pensieri su “Invasione: arrivano 900 clandestini, Tubercolosi e Malaria a bordo”

  1. Salvini “Quando andremo al governo, fermeremo questa invasione, con ogni mezzo”: parole, parole, parole, soltanto parole, recitava il ritornello di una famosa canzone.

    La Convenzione di Dublino II del 2003, che ci dice che dobbiamo accollarci tutti i clandestini che sbarcano nelle nostre coste e impedire che vadano altrove, fu sottoscritta anche dall’Italia, nella cui compagine governativa vi era la Lega Nord, la quale all’epoca non disse nulla.

    Nemmeno Salvini che é da molti anni eurodeputato disse cosa, per cui, qualsiasi cosa dice adesso, non lo rende più credibile di prima, anzi lo rende ancor più ciarlatano. Poveri italiani che ci stanno abboccando.

    Renzi e Salvini, stesso nome di battesimo, stessa età e stessa ciarlataneria.

Lascia un commento