CHOC: governo liberalizza Incesto

Condividi!

E’ uno dei 112 reati depenalizzati dal governo, nei quali sarà un magistrato a valutare se arrestare o meno il colpevole. Come affidare un asilo nido a Pacciani.

Non c’è limite all’abbrutimento del governo Renzi: liberalizzati incesto, occultamento di cadaveri, sottrazione di minori all’estero e vilipendio delle tombe.
I delinquenti saranno poi finalmente liberi di travolgere qualcuno e non dovere subire quel fastidioso obbligo di fermarsi a soccorrerlo. Se passate e qualcuno sta morendo? Nessun problema, non sono fatti vostri, nell’Italia di Renzi. Il progressismo avanza a passi spediti verso tutte le liberalizzazioni: economiche, morali, etiche.

Dovremo ringraziare il decreto legislativo di attuazione della Legge delega 67/2014, varato dal Consiglio dei Ministri giorni fa.

Non basta, perché le depenalizzazioni sembrano fatte su misura per zingari e immigrati, che sono responsabili dei reati che verranno eliminati nel 90% dei casi.

Ad esempio, non sarà più reato penale attentare a impianti di pubblica utilità come alla sicurezza dei trasporti (zingari che rubano rame dalle ferrovie). Non sarà reato penale importunare donne (stalking). E si potrà allegramente somministrare a malcapitati dei medicinali andati a male e detenere materiale esplosivo.

E’ evidente che non ci si trova davanti ad avversari politici, ma a criminali, a nemici del popolo da abbattere con qualsiasi mezzo.




Lascia un commento