‘Profughi’ siriani arrivano con il jet privato



"I richiedenti asilo" aggiornamento: prendono jet privato da Beirut alla Svezia

Giorni fa, vi avevamo parlato dei ‘profughi’ arrivati con la nave da crociera. Ora ci dobbiamo aggiornare: arrivano in Europa anche con il jet privato.

Lunedì sera, un jet privato è atterrato con dieci passeggeri che sostengono essere ‘richiedenti asilo’. Ne danno notizia i media svedesi.

L’aereo, in arrivo da Beirut, è atterrato alle ore 21 presso l’aeroporto di Malmö, in Svezia, ed a bordo c’erano un equipaggio di tre persone e dieci passeggeri.

L’equipaggio, una giovane donna libanese e due anziani uomini egiziani sono stati arrestati con l’accusa di traffico di esseri umani. I passeggeri sono stati interrogati e sostengono di essere richiedenti asilo siriani. Ora sono consegnati al ‘Consiglio per l’immigrazione’, e, scrive il giornale svedese, verranno mantenuti per tutta la vita a spese dei contribuenti svedesi.

Non fuggono i poveri, espatriano i ricchi. E’ una cosa talmente evidente che solo chi può permettersi di pagare migliaia di euro che in quei luoghi sono piccoli patrimoni, è in grado di arrivare in Europa. Talmente evidente che i nostri media non lo capiscono. Ubriacati dal business dell’accoglienza.


Lascia un commento