Marino sapeva: ecco la relazione degli ispettori che lo incastra

HA REGALATO 6 MILIONI DI SOLDI PUBBLICI A BUZZI: RELAZIONE 24031 DEL 4 APRILE 2014

Secondo gli ispettori del Ministero delle Finanze, il 25 marzo 2011, il Comune di Roma affida alla Eriches 29 (una delle scatole cinesi di Buzzi, direttamente dipendente dalla coop 29 Giugno) il servizio per ‘agli alloggi di emergenza per il periodo 1° aprile-31 dicembre 2011’: spesa 414.405,00 euro, o 18,92 euro di costo unitario giornaliero per persona. Lo fa in via diretta “in assenza di qualsivoglia procedura concorrenziale, sebbene l’importo del servizio sia largamente superiore al limite previsto dall’art. 28 del D.Lgs. n. 163/20062. La giunta Alemanno proroga più volte, violando la legge, e il costo unitario per persona cresce: da 18,92 a 24,30 euro.

Poi arriva Marino. E come ha dichiarato nei giorni scorsi, il business si interrompe. E invece no. Nella primavera 2013 cambia la giunta ma proseguono gli appalti alla coop Eriches 29.
Scrivono gli ispettori: “Il servizio di assistenza temporanea alloggiativa emergenziale ha continuato a essere fornito dal medesimo soggetto, in virtù di ripetute proroghe che si sono protratte sino al 15 settembre 2013. Attualmente (31 ottobre 2013) sebbene non sia stato formalmente prorogato l’affidamento, il Consorzio Eriches 29 sta continuando a fornire il servizio senza che sia stato adottato alcun impegno contabile”. Fantastico. Anche perché, questa ‘proroga fantasma’ va avanti ancora oggi.

Scrive la Ragioneria di Stato: “Un simile comportamento scorretto, oltre a porre i presupposti per la generazione di un debito fuori bilancio, (…) espone i soggetti che hanno ordinato o consentito la prestazione a dirette responsabilità economiche”. Ladro e bugiardo.

La verifica amministrativo-contabile è avvenuta a fine 2013: ispettori Vito Tatò ed Enrico Lamanna. E’ stata disposta dalla ragioneria Generale dello Stato. E’ tutto scritto in una relazione del 16 gennaio 2014, inviata anche al Campidoglio e protocollata con il numero 24031 il 4 aprile 2014. Quindi: Marino sapeva.



Un pensiero su “Marino sapeva: ecco la relazione degli ispettori che lo incastra”

  1. Pingback: agerecontra 2014

Lascia un commento