PD vuole ripristinare i ‘ladri a vita”

I DEPUTATI PD PRESENTERANNO EMENDAMENTO PER RIPRISTINARE LA NOMINA DEI SENATORI A VITA ELIMINATA SOLO POCHI GIORNI FA

Ormai il PD non esiste più. I deputati della minoranza del partito hanno chiesto di essere sostituiti per le votazioni degli emendamenti alla commissione Affari Costituzionali, non vogliono, ipocritamente, mandare “sotto” il governo e i relatori, come già avvenuto mercoledì scorso.

In particolare, Lauricella, il deputato che ha firmato l’emendamento che mandando il governo sotto eliminando dal ddl la possibilità che il Presidente della Repubblica nomini cinque senatori, ha deciso di non partecipare più ai lavori.

La protesta, secondo quanto si apprende, sarebbe nata dopo l’annuncio, in una riunione che si è tenuta ieri sera, che alcuni deputati Pd presenteranno in Aula un emendamento per ripristinare la nomina da parte del Capo dello Stato.

“Se si intende sovvertire con arroganza ciò che non piace, allora in aula c’è il liberi tutti. O si rispettano tutte le scelte operate o le determinazioni parziali non valgono”, ha detto Lauricella.

“Se Renzi si presenta con il Jobs act e con le cose che sta dicendo alle elezioni a marzo, noi non saremo candidati con Renzi”. Lo ha annunciato Civati, all’iniziativa dell’associazione ‘E’ possibile’ a Bologna.
“Se Renzi continua così – ha aggiunto – un partito a sinistra del Pd si costituirà sicuramente, non per colpa nostra”.


Lascia un commento