Ucraina su orlo bancarotta, Ue chiede aiuto a Russia: “Fategli un prestito”

Condividi!

 

Il Fondo monetario internazionale ha individuato in 15 miliardi di dollari, oltre 12 miliardi di euro, la cifra mancante nel piano di salvataggio per l’Ucraina e ha avvertito i governi occidentali che il gap dovrà essere coperto in poche settimane per evitare il collasso finanziario ucraino.

 

I calcoli del FMI mettono a nudo lo stato dell’economia ucraina e suggerimento dell’Ucraina presso l’onere finanziario di puntellare Kiev quanto combatte i ribelli separatisti russi sostenuto nelle sue regioni orientali. Dite addio a mezzo miliardo delle vostre tasse.

Il denaro aggiuntivo necessario si aggiunge ai 17 miliardi di dollari del salvataggio FMI annunciato nel mese di aprile. Alti funzionari occidentali coinvolti nei colloqui ha detto che non vi è supporto per un aumento così considerevole.

La voragine è stata causata da una contrazione del 7 per cento del prodotto interno lordo e dal crollo delle esportazioni verso la Russia , il principale partner commerciale del Paese, portando a massicci deflussi di capitali. Ma chi se lo sarebbe mai aspettato, che facendo la guerra al tuo vicino, che è anche il tuo maggiore importatore, poi crollano le tue esportazioni.

Il governo ucraino ha chiesto un ulteriore regalo prestito di €2 miliardi alla Ue, quindi ai Paesi, Italia compresa. Oltre ai circa 2 già ricevuti.

La portata del problema è diventato più chiaro la settimana scorsa dopo che la banca centrale ucraina ha rivelato le sue riserve in valuta estera erano scese da $16,3 miliardi a maggio a solo $9 miliardi nel mese di novembre. I dati hanno anche mostrato il valore delle sue riserve auree era sceso di quasi la metà rispetto allo stesso periodo, a causa di vendite di oro su larga scala.

Una missione del FMI è attualmente a Kiev per colloqui con il governo sul futuro del programma.
Secondo due persone che hanno partecipato alla riunione UE, la preoccupazione per le finanze ucraine è tale che Schäuble, il ministro delle Finanze tedesco, ha detto di aver chiamato il suo omologo russo, Anton Siluanov, per chiedergli di rinnovare un prestito di 3 miliardi di dollari che il Cremlino ha fatto a Kiev lo scorso anno.

Riepiloghiamo: la Ue sanziona la Russia per la guerra in Ucraina, poi chiede alla Russia di salvare l’Ucraina dalla bancarotta. Ci siamo persi qualche passaggio? No, è solo l’Ue.




Un pensiero su “Ucraina su orlo bancarotta, Ue chiede aiuto a Russia: “Fategli un prestito””

  1. Pingback: Anonimo

Lascia un commento