Ecco perché Le Iene facevano propaganda a Mare Nostrum

Condividi!

Nelle carte dell’inchiesta Mafia Capitale c’è un’informativa del Ros che intercetta telefonate tra Giovanni De Carlo, uno degli arrestati nell’inchiesta sul business immigrazione a Roma, e alcuni cosiddetti ‘VIPs’. A parte vari personaggi del calcio e dello spettacolo – che non ci interessano – c’è un personaggio che ci interessa per la trasmissione che conduce: parliamo del presentatore Tv Teo Mammuccari che era molto in confidenza con l’appartenente al clan, tanto da chiedere a De Carlo “sostanze dopanti per la palestra in particolare GH ormone per la crescita”. L’arrestato lo tranquillizzava: “Non dirò che vuoi diventa’Hulk”.

Perché ci interessa? Perché ultimamente la trasmissione Le Iene si era lanciata in una crociata molto dubbia e piuttosto demenziale a favore di Mare Nostrum. Ovviamente un caso. Oppure uno scambio di favori tra fornitore e assuntore di ormoni?

Si sa quanto sia importante ‘creare un clima favorevole al business’, soprattutto tra le menti giovani e apolitiche che seguono quel tipo di trasmissioni di infotainment. E più il clima diveniva negativo – vedi Tor Sapienza – più Le Iene arrivavano in soccorso del business.

La notizia spiega anche il degrado televisivo attuale: l’ormone per la crescita è una sostanza che deve essere assunta solo per gravi problemi, ha gravissime controindicazioni. E rincoglionisce.




Lascia un commento