Gorizia invasa dai clandestini di Mare Nostrum – FOTO



Un nutrito numero di senzatetto, in...

Un altro giaciglio di fortuna al...

Dopo l’arrivo dei sedicenti profughi di Mare Nostrum, i parchi di Gorizia sono diventati un dormitorio a cielo aperto. Il parco cittadino della Rimembranza sembra più del rimpianto. Il rimpianto di un tempo che non c’è più.

Panchine, spiazzi e cespugli sono diventati rifugi di fortuna per i clandestini. Dove dormono e defecano.

Sono quasi tutti sedicenti profughi,  che non possono essere accolti all’hotel Internazionale (nome vero) che ha esaurito i posti.

Dicevamo ‘quasi tutti’, perché in quel parco c’è anche una donna italiana, di nome Elsa, abbandonata a se stessa. Lo Stato ospita i clandestini negli hotel, gli italiani li getta in un cespuglio. Di notte. Al freddo.



Lascia un commento