Politici provocano cittadini: istituita commissione sui diritti dei clandestini, costerà 100mila euro

Roma – Dal mondo della politica giunge l’ennesima provocazione nei confronti dei cittadini italiani. La Camera ha infatti deciso istituire una commissione d’inchiesta che dovrà occuparsi di verificare quanto avviene nei centri di identificazione ed espulsione, nei centri di accoglienza per richiedenti asilo e negli altri centri in cui gli stranieri vengono mantenuti con i soldi degli italiani.

La commissione dovrà accertare le condizioni di vita, il rispetto dei diritti fondamentali e se i “migranti” vengono trattati bene. Siamo alla provocazione vera e propria, probabilmente vogliono portare il popolo italiano verso la guerra civile. Le rivolte che si sono verificate a Roma nei giorni scorsi evidentemente non sono bastate.

L’organismo parlamentare sarà composto da 21 membri in rappresentanza di tutti i Gruppi, e dovrà terminare il suo inutile lavoro entro un anno. I partiti che hanno votato a favore della sua istituzione sono: Pd, Sel, Ncd e M5S. Hanno votato contro Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Laura Boldrini, sempre in prima linea quando si tratta di clandestini, ha vigilato sul corretto andamento dei lavori parlamentari in quanto il provvedimento ha provocato forti discussioni in aula.

La commissione costerà 100mila euro. Rubano ai cittadini per dare ai clandestini, questa è la politica italiana odierna.


Un pensiero su “Politici provocano cittadini: istituita commissione sui diritti dei clandestini, costerà 100mila euro”

Lascia un commento