‘Profughi’ bangladesi in hotel con piscina a Verona – FOTO



Mare Nostrum non è finito, continuano gli arrivi di sedicenti profughi nel veneto e nel veronese. E la protesta dilaga.
Ci sono 17 cosiddetti ‘profughi’ a Bussolengo, sono tutti giovani virgulti del Bangladesh, che non ci risulta sia in guerra da almeno mezzo secolo.

Da qualche giorno, dopo avere protestato per la ‘inadeguatezza’ della sistemazione, sono stati spostati da una precedente struttura all’hotel Centro Turistico Gardesano. La Lega Nord annuncia battaglia: pronta sia una raccolta firme che un presidio come già avvenuto in altre zone interessate dall’arrivo di quelli che sono solo clandestini.

Con una piscina per adulti e una per bambini, l’Hotel Centro Turistico Gardesana sorge in un ambiente rurale fuori da Bussolengo, a 10 minuti in auto dalle rive del Lago di Garda. Tutte le camere dispongono di balcone con viste sulle colline, sugli uliveti o sui giardini, TV satellitare e bagno privato con set di cortesia. Al mattino presso il Centro Turistico Gardesana vi attende una colazione a buffet. Affacciato sulla piscina, in cui si svolgono eventi di musica dal vivo, il ristorante propone la cucina internazionale e piatti vegetariani, mentre il bar serve snack per tutta la giornata.

E proprio ad Albaredo è stato congelato l’arrivo previsto qualche settimana fa di un nuovo gruppo di una trentina immigrati. Arrivo disposto dalla Prefettura che pare però aver rinunciato dopo la forte protesta leghista, culminata con una manifestazione davanti alla struttura che avrebbe dovuto ospitare i profughi.

Tor Sapienza lo ha insegnato: se il popolo è unito, non passano.