Trans ‘seduce’ mastino e funzionario pubblico: interrotti da ‘omofoba’

Condividi!

Un trans che faceva sesso con un mastino napoletano e una donna; è questa la scena disturbante che una signora del bresciano si è ritrovata dinnanzi, entrando nell’appartamento della vicina.

La vicenda si svolge a San Paolo, piccolo comune in provincia di Brescia. Erano ormai giorni che una signora di poco più di 70 anni, non riusciva a rilassarsi in casa, per via di rumori molesti che provenivano dall’appartamento del vicino, e che ogni pomeriggio l’assillavano.

Fino a che, passando vicino a quell’abitazione, non ha notato la porta aperta e ha deciso che era ora di sapere.
E così’ ha potuto scoprire l’inimmaginabile: giochi sessuali a tre, tra un trans, un mastino napoletano, e una dona ( funzionario pubblico).
Si è immediatamente rivolta all’associazione Aidaa, che ora si prepara a sporgere denuncia contro il proprietario del cane.
E’ indiscutibilmente una vergogna che nel 2014 debbano esistere ancora questi transofobi zoofobi, che si permettono di decidere cosa è normale fare, e cosa non lo è.
Speriamo in un intervento di Vendola o Boldrini, per ricordare a tutti che l'”ammore” vince su ogni forma d’odio.




3 pensieri su “Trans ‘seduce’ mastino e funzionario pubblico: interrotti da ‘omofoba’”

Lascia un commento