Sfrattati gli anziani, arrivano 50 ‘profughi’

Vox
Condividi!

IN CASA DI RIPOSO APPENA RESTAURATA

Genova – In arrivo 50 clandestini camuffati da profughi a Genova. Verranno tutti ospitati a spese dei contribuenti – stipendio tra i 35 e i 45€ al giorno a testa – presso l’appena restaurato Scaniglia Tubino di Sampierdarena. Milleottocento metri quadrati di proprietà del Comune di Genova, nei quali, dopo il restauro, gli anziani avrebbero sperato di tornare. E invece no.

E’ tipico delle civilizzazioni in cancrena, privilegiare una sfilza di parassiti appena arrivati, rispetto ai propri anziani.

Vox

Protesta Davide Rossi, capogruppo della Lega Nord al Municipio Centro Ovest: «quello di Sampierdarena è un quartiere già problematico a livello sociale. E ospitare i 50 profughi clandestini renderebbe ancora più difficile lo sforzo di riqualificarsi».

Sempre secondo il consigliere leghista, l’ospitalità dei 50 africani subsahariani (un giornale locale li definisce ‘libici’, ma forse è rimasto al tempo nel quale con ‘Libia’, si intendeva l’Africa intera) avrebbe un costo per la collettività di 32,40 euro al giorno a persona (esclusa paghetta giornaliera, ovviamente).

Il leghista si fa portavoce delle protesta dei residenti, e si augura che il no alla scelta della prefettura sia assunto dal Municipio Centro Ovest, in caso contrario, avverte, «sono pronto a scendere in piazza affianco ai residenti di Sampierdarena».




9 pensieri su “Sfrattati gli anziani, arrivano 50 ‘profughi’”

I commenti sono chiusi.