ISIS vende prigioniere cristiane a bordelli islamici

Secondo fonti di intelligence curde, le donne vengono vendute ai trafficanti per farle lavorare in bordelli in tutto il Medio Oriente.

Le fonti affermano inoltre di aver ricevuto informazioni che le donne catturate vengono vendute tra 400 e 40.000 euro.

Residenti locali e testimoni dicono che molte donne sono state costrette a sposare i militanti ISIS e a convertirsi.

Gli islamici hanno catturato migliaia di donne ‘infedeli’ tra yazidi e cristiane, di cui almeno 1.200 dalla città di Sinjar.


Lascia un commento