Rom occupano campeggio e fanno fuggire turisti



PORTO SANT’ELPIDIO – Esplode la protesta nell’area camper del lungomare sud. Quattordici roulotte di zingari hanno occupato l’area riservata ai camperisti, che pagano 5 euro al giorno alla protezione civile per sostare di fronte al mare, e ora devono ‘dividerla’ con dei vicini sgraditi.

Per questo, hanno protestato contro l’amministrazione comunale. Il motivo della protesta è ovvio. Sarebbero stati, a dir loro, i vigili urbani, su ordini del Comune, a spingere i rom a fermarsi nell’area destinata ai camper in sosta.

Ieri, vicino alle 14 roulotte di zingari, i turisti minacciavano di andare via e di non tornare più a Porto Sant’Elpidio, chiedendo di riavere indietro i soldi spesi.

Sul posto, il capogruppo consiliare di Forza Italia Enzo Farina: “Ci stiamo vantando di offrire un servizio ineccepibile per i camperisti, abbiamo messo la protezione civile a controllo, chiediamo il pagamento di 5 euro al giorno e poi mettiamo i rom vicino agli italiani. Trovo tutto questo una vergogna”.

Il problema è molto sentito anche negli chalet. I rom hanno promesso che oggi vanno via. “Resta il fatto ci sono 14 roulotte dei rom e 7 camper di turisti mentre la settimana scorsa ne erano 160 di camperisti”.

Per l’assessore Carlo Vallesi, però, intervenuto in serata, non ci sono né problemi né polemiche ed è tutto a posto.

#Statesereni.



Lascia un commento