Toscana: autorità pronte a requisire immobili per ospitare clandestini



Firenze – Il governo Renzi vuole portare altri 717 clandestini in Toscana. Lo ha comunicato il ministero dell’Interno guidato da Alfano, uno che di clandestini se ne intende.

Per accogliere al meglio gli immigrati targati Mare Nostrum, il prefetto Luigi Varratta ha convocato ieri sera un vertice a Palazzo Medici Riccardi che ha visto la partecipazione dei dieci prefetti toscani, del vice presidente della Regione Toscana Stefania Saccardi e dei rappresentanti di Anci e Upi.

Abusivo spezza braccio a Vigile che ‘osa’ allontanarlo da Uffizi

 

Al termine dell’incontro si è deciso di “sparpagliare” i clandestini in modo da rendere capillare l’occupazione del territorio. L’intenzione è di creare subito un centro di accoglienza in ogni provincia,  con capienza di circa 100 posti.

Un appello è stato rivolto alle autorità civili, militari e religiose affinché mettano a disposizione immobili del loro territorio o di loro proprietà. In mancanza sarà necessario ricorrere a requisizioni di strutture idonee oppure allestire tendopoli.

Dal tavolo è emersa anche la necessità di incrementare il numero delle commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale in modo da assicurare l’esame giornaliero delle richieste di asilo.

Le commissioni, quindi, potranno “respingere giornalmente” le richieste di asilo: nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta semplicemente di clandestini che furbescamente si dichiarano profughi per farsi mantenere. Sanno perfettamente come funzionano le cose in Italia.


Un pensiero su “Toscana: autorità pronte a requisire immobili per ospitare clandestini”

Lascia un commento