Islamici saccheggiano antico monastero, espellono monaci

Condividi!

Mosul (Iraq) – I militanti jihadisti hanno preso il controllo di un monastero nel nord dell’Iraq, uno dei più noti luoghi cristiani del paese, ed espulso i monaci.

I combattenti di ISIS hanno preso d’assalto Mar(San) Behnam, un monastero del 4° secolo gestito dalla chiesa siro cattolica vicino alla città a maggioranza cristiana di Qaraqosh. E’ accaduto ieri, domenica, hanno detto le fonti.

“Tu non hai posto più qui, dovete lasciare immediatamente”,  le minacce fatta ad un monaco dai militanti islamici.

I monaci hanno chiesto di risparmiare un le reliquie del monastero dal saccheggio, ma i terroristi si sono rifiutati e ordinato loro di lasciare a piedi con nulla,  tranne i loro vestiti.

I cristiani residenti della zona hanno detto all’agenzia AFP, che i monaci hanno camminato diversi chilometri lungo una strada deserta e sono stati poi raccolti dai combattenti peshmerga curdi che li hanno condotti a Qaraqosh.

Durante il fine settimana, centinaia di famiglie cristiane sono fuggite da Mosul, una città un tempo cosmopolita, che si trova a circa 15 chilometri dal paese e a nord ovest del monastero di Mar Behnam.

Hanno abbandonato case e beni dopo l’ultimatum emesso per i cristiani di convertirsi, pagare una tassa speciale o lasciare altrimenti avrebbero affrontato la ‘spada’.

Per i leader di caldei e di altre chiese irachene, Mosul è ora ormai svuotata dei cristiani per la prima volta nella storia.

Mar Behnam è un importante punto di riferimento cristiano in Iraq e un sito dove la comunità locale e i pellegrini tradizionalmente pregano per le guarigioni e la fertilità.

E ‘stato costruito dal re assiro Sennacherib II come una penitenza per avere ucciso  i suoi figli Behnam e Sarah perché si erano convertiti al cristianesimo.




Lascia un commento