Corte Europea condanna l’Italia a pagare 20mila euro a tunisino: ingiusto privilegiare italiani in Italia

Condividi!

Come condannare una mamma perché allatta il proprio figlio e non quello di un’estranea

L’inutile Corte Europea per i Diritti dell’Uomo accoglie un ricorso presentato da un immigrato tunisino e dall’Inca, che in teoria dovrebbe preoccuparsi dei lavoratori italiani.
Il tribunale di Strasburgo – che per inciso non avrebbe alcuna valenza legale, ma è solo una cloaca internazionale priva di legittimità – ha condannato l’Italia a pagare quasi ventimila euro a Bouraoui Dhahbi, immigrato tunisino.

Perché in Italia, il Paese degli italiani, il tunisino con quattro figli, si era visto negare, non solo dalle autorità, ma anche nei tre gradi di giudizio dei tribunali italiani, l’assegno per i nuclei familiari numerosi, ora gli dovranno essere pagati gli arretrati,con gli interessi e anche i danni morali. Pagarli perché ci colonizzino meglio con la loro incontinenza riproduttiva.

Già, grazie al governo Letta, dallo scorso settembre gli immigrati titolari di un permesso Ce per lungo soggiornanti possono accedere all’assegno, ma la sentenza, se applicata, benché non vincolante – ma sappiamo che non aspettavano altro – potrebbe aprire scenari devastanti.

Secondo la ridicola sentenza, la differenza tra italiani e stranieri nell’accesso alle prestazioni assistenziali “è discriminatoria se non si poggia su una giustificazione oggettiva e ragionevole”. Essere italiani, insomma, non ti deve dare alcun diritto in più rispetto all’ultimo beduino arrivato.

Di qui la decisione di condannare lo Stato Italiano, che con il suo comportamento verso Dhahbi ha violato principi ribaditi dalla Convenzione Europea dei diritti umani, come il diritto a un giusto processo, il divieto di discriminazioni e il rispetto della vita privata e familiare.

Non solo, li devi far entrare, e subire la loro sfrenata incontinenza nel figliare, ma devi anche pagarli perché ti stanno colonizzando. Per quanto ancora, l’Italia e gli altri paesi europei continueranno a sostenere tribunali ridicoli, masochisti e antinazionali come la Corte Europea per i Diritti dell’Uomo? Solo un altro organo massonico e globalista al servizio dei poteri forti.




2 pensieri su “Corte Europea condanna l’Italia a pagare 20mila euro a tunisino: ingiusto privilegiare italiani in Italia”

Lascia un commento