Caso Stormfront: Appello riduce pene per psicoreato

Condividi!

LA SENTENZA DEL TRIBUNALE D’APPELLO HA RIGETTATO LA RICHIESTA DI INASPRIMENTO DELLE PENE AVANZATA DAL PM per Mirko Viola e gli altri accusati, decretandone invece una riduzione. Sia per il carcere che per i ‘risarcimenti’ alle parti civili. Avvoltoi che subito si erano gettati sul malloppo.

I giudici della II Corte d’appello di Roma hanno ridotto da 3 a 2 anni e mezzo la pena di Daniele Scarpino, a 2 anni e 2 mesi ciascuno a Diego Masi, Luca Ciampaglia e Mirko Viola da due anni e otto mesi.

Nei loro confronti, sono state anche revocate le misure cautelari, tre erano sottoposti agli arresti domiciliari e uno aveva l’obbligo di firma.

Resta comunque l’assurda condanna per reato d’opinione. Un reato che deve essere abolito. Non si può andare in galera per le proprie idee o perché le si diffonde: questo differenzia un Paese libero da uno tirannico. E non importa quali idee siano, anche le più diverse dalle nostre.

E allora, leggiamo le deliranti – si potranno giudicare, o è reato anche questo? – parole di uno dei legali di ‘parte civile’, tal Daniele Stoppello: «Questa sentenza sigilla un principio cardine: la diffusione di interpretazioni alternative e deliranti non può essere contrabbandata come mera libertà di espressione. Rivendicare in privato un’idea è una cosa, mentre renderla manifesta al fine di convincere gli altri della sua veridicità è cosa ben diversa. E’ importante che anche nel giudizio di appello sia prevalsa l’impostazione della Procura della Repubblica avallata da tutte le parti civili secondo la quale può essere ravvisato il vincolo associativo anche tra persone che, utilizzando strumenti informatici per commettere reati, agiscono con una finalità distruttiva comune».

Capito? Finché pensi una cosa e stai zitto bene, se ne parli ad altri è reato. Questa è la vera violenza. In uno Stato del genere, nessun uomo libero può vivere tranquillo. Solo uno schiavo. Perché prima o poi, le tue idee saranno giudicate ‘pericolose’ dal sistema di potere.

Se spacci droga, non è reato, se diffondi idee, si.




3 pensieri su “Caso Stormfront: Appello riduce pene per psicoreato”

Lascia un commento