Pisapia, “Nelle foibe c’è ancora posto”: parola del consigliere

Condividi!

“Nelle foibe c’è ancora posto”. Parola di un esponente dell’amministrazione Pisapia. Il capogruppo di “Sinistra per Pisapia” zona 9, quella disastrata dalla presenza di zingari, Leonardo Cribio, ha trovato il tempo di scrivere questo post, domenica, su Facebook.

Polemiche. Ma la segreteria di Rifondazione comunista lo difende: “La tragedia delle Foibe istriane, dei suoi morti e del portato storico che esse portano alla nostra collettività, appartiene agli anni della durissima guerra di Liberazione dal nazifascismo che ha caratterizzato quei territori. Ciò non vuol dire – spiega in una nota – giustificare alcun modo il costante revisionismo storico e le strumentalizzazioni, che la destra neofascista compie costantemente nella nostra città per delegittimare i valori della lotta di Liberazione Nazionale dal nazifascismo”. E fa parte delle strumentalizzazioni anche “la polemica sollevata ad arte perchè decontestualizzata, da parte della Lega e neofascisti sui post facebook del nostro giovane capogruppo in Consiglio di Zona 9. Post certamente sbagliati e non giustificabili, frutto delle accese polemiche di questi giorni con gli ambienti neofascisti che strumentalizzano il Giorno del Ricordo”.

Rendiamoci conto: questi ancora parlano come se vivessero in un secolo che non c’è più. Sono relitti che continuano a insozzare la vita politica del Paese, grazie al Pd. E agli elettori che li votano.

Questa la pagina dell’infoibatore ad honorem: https://www.facebook.com/leoinzona9 . E non è satira, quello che scrive lo pensa. Il dramma è la chiusura dei manicomi, ora sono tutti entrati in politica.

Qualche magistrato lo accuserà di ‘incitazione all’odio razziale’? Ovviamente no.




Lascia un commento