Bari: clandestini bloccano strade per farsi mantenere, baresi inferociti reagiscono

Condividi!

Sconcertante protesta di alcune decine di clandestini nella centralissima corso Vittorio Emanuele, a Bari. I sedicenti “profughi” hanno bloccato il traffico veicolare sedendosi sulla sede stradale e impedendo ad automobilisti e mezzi pubblici di transitare. Chiedono di essere mantenuti anche loro nel Cara di Bari-Palese dove, però, non vi sono posti letto disponibili a causa dei troppi clandestini presenti. Saranno dispiaciute le associazioni e le ditte che gravitano attorno a questi centri a scopo di lucro. La protesta si è svolta davanti alla prefettura e al Comune, e non è la prima.

Bari: immigrati paralizzano traffico, vogliono essere mantenuti
Bari: immigrati paralizzano traffico, vogliono essere mantenuti

Anche nella mattinata di ieri, infatti,  i baresi hanno dovuto assistere ad uno scempio dello stesso tipo. Oltre ai clandestini, tuttavia, erano presenti anche alcune decine di baresi indigenti che hanno manifestato davanti alla Prefettura di Bari dove era in corso un vertice sull’emergenza abitativa in città, per chiedere l’assegnazione di una casa popolareNon sono mancati i momenti di tensione tra immigrati e italiani. “Tornatevene al vostro paese” ha gridato una signora. “Non abbiamo noi italiani una casa e la volete voi stranieri? Andate via” ha protestato un altro dei baresi senza fissa dimora. I due gruppi stavano per venire alle mani ed è intervenuta la polizia per riportare la calma. E’ la guerra tra poveri voluta dall’élite al potere. L’immigrazione è una manna dal cielo per i ricchi, una calamità naturale per i poveri.