Per due italiani su tre immigrati sono troppi, l’83% è ostile, indifferente o diffidente

Condividi!

Gli ultimi dati pubblicati dal Censis nel Rapporto sulla situazione sociale del paese, nell’edizione 2013, pubblicata in dicembre, rivelano che appena il 17,2 per cento degli italiani dice di trovare “comprensione” e di avere un approccio “amichevole” nei confronti degli immigrati; quattro italiani su cinque si dividono invece tra “diffidenza” (60,1 per cento), “indifferenza” (15,8) e “aperta ostilità” (6,9).

Sono addirittura oltre due italiani su tre il 65,2% a pensare che gli immigrati in Italia siano troppi. Il 55,3 per cento ritiene che nell’attribuzione degli alloggi popolari, a parità di requisiti, gli italiani debbano essere inseriti in graduatoria prima degli immigrati e che, in scarsità di lavoro, sia giusto dare la precedenza agli italiani nelle assunzioni.

Questo è il paese reale. Completamente opposto a quello rappresentato in Parlamento e nei media di distrazione di massa.




Lascia un commento