L’ultima del Pd: Cie Roma come Guantanamo

Condividi!

“E’ peggio di un carcere, dove almeno ci sono spazi di socialità. Sembra Guantanamo, con gabbie altissime e grate che esasperano la situazione”. Lo dice il deputato abusivo marocchino del Pd, Chaouki.

Ma pensa, ci sono le sbarre per non far fuggire i clandestini, un vero e proprio ‘lager’.

“Chiederò subito a Viminale e Prefettura di migliorare la vivibilità”. Poi ha auspicato il permesso d’asilo per una coppia tunisina minacciata dai parenti.

Ci manca solo dare l’asilo politico a chi si inventa di avere problemi con i parenti.

Per mettere le cose in relazione con la realtà, bisogna sapere che questo Chaouki è quell’islamico che ha definito Montecitorio una vergogna perché non c’è cibo halal.




Un pensiero su “L’ultima del Pd: Cie Roma come Guantanamo”

Lascia un commento